'Sull'impiego di Mutu starei molto attento contro il Catania, perchè quando ritorni da una lunga squalifica, ti mancano il ritmo partita ed i riferimenti. Fossi Mihajlovic non lo rischierei dall'inizio. Il Catania è una buonissima squadra, sono veloci, hanno ardore fisico, sono anche impostati tatticamente molto bene da Giampaolo'. Francesco 'Ciccio' Graziani, ospite ai microfoni di Radio Rosa, parla a tutto campo del posticipo che domani sera vedrà di fronte a Catania due club a cui uno dei campioni del Mondo di Spagna '82 è molto legato.

'La Fiorentina deve uscire dal Massimino con un risultato positivo, perchè non basta la vittoria ottenuta contro il Bari sabato scorso'-ha aggiunto l'ex bomber anche della Roma negli anni '80. 'La formazione di Giampaolo mi sembra piu' tranquilla dei viola in classifica, con quest'ultimi che stanno fornendo prestazioni al di sotto di quello che rappresenta il potenziale.Serve il prima possibile una svolta, con una rosa si falcidiata da infortuni ma che è di altissima qualità. Montolivo? Meglio un asino sano che un cavallo zoppo. Se il capitano ha ritenuto di usare una terapia conservativa, poi quando va in campo la gente lo giudica perchè sia al 100%, quindi l'infortunio non sia un alibi per le sue prestazioni. Ljajic considerando l'età ha già dato tantissimo, ma con Mutu credo finirà in panchina e lo sgraverà da alcune importanti responsabilità avute fino ad oggi. Il futuro è di Ljajic, non di Mutu, con quest'ultimo che comunque ritorna in periodo fondamentale'