C'è stato ancora una volta lo zampino di Han nel successo del Perugia di questo pomeriggio. Una prestazione positiva, alla quale mancava solo il gol poi trovato proprio in dirittura di triplice fischio finale. Rivelazione del campionato cadetto, Kwang-Song Han è riuscito quindi a impressionare nuovamente gli osservatori della Juve, tornati a casa con l'ennesima relazione positiva sul suo conto. A dimostrazione di come le prime impressioni fossero già quelle giuste, non a caso l'attaccante classe '98 è finito rapidamente nel mirino bianconero. Con Marotta e Paratici che hanno avviato la propria macchina per intavolare una trattativa col Cagliari, avendo individuato in Han anche il profilo giusto per sfondare ulteriormente sul mercato asiatico, con la stessa Adidas che ha prontamente investito sull'immagine dell'attaccante in prestito al Perugia. 

LA TRATTATIVA - Contatti avviati dunque, con quello stesso Cagliari dove si sta consacrando un altro baby talento da anni nel mirino della Juve. Il riferimento è ovviamente a Nicolò Barella, centrocampista classe '97 per il quale la dirigenza bianconera ha un debole fin da quando con il suo agente Beltrami si parlava ancora del sogno impossibile Nainggolan. Ed una prima offerta congiunta sarebbe anche pronta a partire, sulla base di 20 milioni complessivi di cui quasi 15 per il solo Barella a fronte di una richiesta iniziale di almeno 30 milioni per ottenere da Giulini entrambi i suoi gioielli. E partita dopo partita, continuando su questa strada, le rispettive valutazioni non possono che aumentare. Rimane un discorso aperto, anzi apertissimo, con la Juve intenzionata a fare sul serio prima che si scateni una nuova autentica asta, inserendo se necessario alcune contropartite che possono far gola ai rossoblù, in questo momento c'è Audero in cima alla lista dei papabili secondo il parere del Cagliari. Han e Barella dunque, la nuova generazione bianconera può passare e ripassare dalla Sardegna.

@NicolaBalice