Sicuramente è troppo presto per dare un giudizio negativo alla squadra, ma risulta comunque doveroso provare a capire cosa non funziona ancora all'interno del Verona. In tre partite la squadra di Mandorlini è riuscita ad ottenere solo due punti ed ha mostrato alcune problematiche che meritano una discreta attenzione.

Innanzitutto, guardando anche alla partita con il Torino, si è palesato il precario ritmo generale della squadra e più in particolare di alcuni giocatori non ancora entrati in piena forma, uno dei quali risulta essere Sala, che ha mostrato una carenza di condizione tale da fargli ottenere una prestazione non brillante dal punto di vista sia tecnico che tattico. In difesa bisogna sicuramente migliorare dal punto di vista della concentrazione. Troppe volte infatti il reparto arretrato gialloblù ha evidenziato una scarsa attenzione sulle ripartenze avversarie, che hanno portato a subire due gol a pochi minuti dal vantaggio appena ottenuto. In generale comunque è evidente che tutta la squadra deve trovare la forma fisica e la concentrazione adatta per non cadere in situazioni evitabili e per cercare di amministrare meglio il vantaggio.

Detto ciò non tutto è da gettare: con il Torino si è visto un Luca Toni in miglioramento e la squadra ha saputo costruire importanti azioni offensive, sintomo che se si riesce a costruire gioco, si può far male all'avversario. Ora è tutto in mano a Mandorlini, che deve riuscire a ridare tonicità al gruppo e a trovare i meccanismi giusti per esaltare le giocate dei singoli. Per quest'ultimo punto forse può essere utile provare un accorgimento sul modulo tattico ed alla posizioni di alcuni giocatori soprattutto nella parte centrale del campo. Prossimamente ci saranno due trasferte, prima a Bergamo con l'Atalanta e poi a Milano contro l'Inter, e bisogna quindi sfruttare al massimo il lavoro svolto in allenamento per ritrovare soprattutto il carattere giusto necessario per affrontare queste due importanti uscite. Questo Mandorlini lo sa e con lui i giocatori, per questo bisogna solo avere fiducia e continuare a supportare la squadra.