L’Inter s’inceppa quando l’interruttore di Mauro Icardi e Ivan Perisic è posizionato su “off” e non su “on”. Dopo i 5 gol in trasferta alla Sampdoria (quattro di Icardi, uno di Perisic) e i 3 col Verona (due di Icardi su due assist di Perisic, uno dello stesso croato), i due uomini-gol nerazzurri si sono fermati e la formazione di Luciano Spalletti ha raccolto solo due punti in tre partite. Sono arrivati gli 0-0 contro Milan e Atalanta ieri e la sconfitta per 1-0 a Torino. Due punti in tre partite, come evidenziato, ma il dato sorprendente è quello dei gol fatti in queste gare: zero. Un’astinenza così prolungata non si verificava da ben sei anni in casa Inter. Quando non girano Icardi e Perisic, l’Inter ha un rendimento non da Champions League. Lo dicono i fatti, lo dicono i numeri soprattutto. 

I NUMERI - Per la corsa Champions, dunque, Spalletti ha bisogno di gol e assist del capitano argentino e dell’esterno croato. 24 gol e un assist in campionato per Icardi, 9 gol e 9 assist per Perisic. Complessivamente sono 33 i gol dei due, su 50 totali realizzati dall’Inter in questo campionato. 8 in più della metà, gli altri 17 sono stati fatti dagli altri, con Antonio Candreva che non trova la via della rete addirittura da un anno, dal derby del 15 aprile 2017. Un dato che fa riflettere, soprattutto perché ha giocato 30 delle 32 partite dell’Inter in Serie A, per un totale di 2.328 minuti in campo. Se Icardi e Perisic non segnano (e non fanno assist), l’Inter fatica a tenere il ritmo di Roma e Lazio. Senza gol e assist dei due, sono arrivati 21 punti sui 60 collezionati in 32 partite di campionato, un terzo. 3 punti con Genoa, Benevento, Bologna, Benevento; un punto con Napoli, Juve, Lazio, Roma, Spal, Crotone, Milan, Napoli e Atalanta; zero punti con Sassuolo, Genoa e Torino. Sono questi i numeri dell’Inter senza gol o assist di Icardi e Perisic. 

CORSA CHAMPIONS - Incidono i gol di Icardi e Perisic, eccome. Se n’è accorto anche Luciano Spalletti, che ha visto l’argentino fallire due occasioni clamorose nel derby contro il Milan e Perisic sbagliare almeno quattro chiare occasioni da rete ieri, contro l’Atalanta. In mezzo il passo falso con il Torino, dove l’Inter per la mole di gioco creata non meritava di perdere, ma il gol dell’ex Ljajic ha punito i nerazzurri. Si tratta dell’unico gol subito nelle ultime sette partite giocate dalla squadra di Spalletti. Segno che la difesa è tornata ad essere quella della prima parte di stagione, ma adesso servono i gol. Per la corsa Champions, l’allenatore dell’Inter ha bisogno di Icardi e Perisic con l’interruttore sull’”on”. Martedì sera a San Siro contro il Cagliari, i nerazzurri possono subito tornare a segnare. E magari a vincere. 

@AleCosattini