La bomba Donnarumma è tornata ad esplodere e la minaccia di un possibile addio al Milan del portiere classe '99 ora è sempre più concreta. Il contratto che rischia di essere invalidato, la clausola rescissoria mai depositata e un rapporto che sembra essersi nuovamente deteriorato.

PATRIMONIO DEL MILAN - Finora il club rossonero non aveva preso una posizione ufficiale sulla vicenda ma, come accade ormai da inizio stagione, nel commento alla rassegna stampa sul sito ufficiale, il Milan ha voluto lanciare un messaggio netto. Donnarumma è un patrimonio del club il cui contratto scadrà il 30 giugno 2021. Un punto di vista fermo e netto che conferma come la società non farà un passo indietro verso Raiola.

IL COMMENTO UFFICIALE - "Gigio è un patrimonio del Club, sia sportivo (è reduce da ottime parate contro Torino e Bologna) che economico. Tutto questo è valorizzato da un contratto fino al 2021 e rafforzato da un dialogo sempre aperto e positivo fra il giocatore e il suo allenatore, fra il giocatore e il direttore sportivo rossonero Mirabelli. Stabilito questo come ha già avuto modo di affermare proprio Rino Gattuso ieri, il Milan è concentrato adesso solo sul campo. È lì che la squadra rossonera deve continuare a lavorare per tornare grande. Non è questo il tempo del mercato, ma solo ed esclusivamente del campo".