Spunta un retroscena sull'addio di Ruud van Nistelrooy al Manchester United: Sir Alex Ferguson lo cedette al Real Madrid per una frase offensiva a Cristiano Ronaldo. Lo rivela Alistair Campbell, ex responsabile delle comunicazioni di Tony Blair e amico dell'ex manager dei Red Devils: "Non era sicuro di cosa stesse accadedo, era molto egocentrico. La goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata quando ha detto a Cristiano che aveva trovto un nuovo padre in Carlos Queiroz (assistente di Ferguson) poco prima che sua padre morisse per problemi di alcol. Carlos gli ha chiesto di rispettare e lui ha risposto di non dover rispettare nessuno. Più tardi si è scusato, ma Cristiano non ha accettato le scuse. Ferguson ha mandato a casa van Nistelrooy quando ha saputo l'accaduto e non sapeva bene cosa fare".