Gentile Procuratore,

sono un mite tifoso napoletano trapiantato a Bologna da ormai 20 anni per motivi di lavoro. Vado allo stadio regolarmente e apprezzo in particolar modo Verdi e Destro per motivi diversi. Scrivo per dire la mia sull'operazione mancata di Verdi al Napoli. Secondo il mio modesto avviso - non lavoro nel calcio - il Ds Giuntoli non doveva abbassarsi ad andare a casa di Verdi per cercare di convincerlo a indossare la maglia del Napoli. Penso che ci siano luoghi e modalità diverse per invogliare un calciatore a cambiare casacca! Voi cosa ne pensate? Vincenzo '68


Gentile Vincenzo,

ritengo, invece, che Giuntoli abbia fatto bene a tentarle tutte pur di strappare un sì da parte di Simone
. Non ci sono, soprattutto nel calcio, luoghi e modalità pre-confezionate per conseguire un risultato positivo. Ciò che conta è riuscirvi. Ma, nel caso specifico, penso che l'ostinazione del calciatore a negarsi al Napoli sia da rintracciarsi nella volontà dello stesso di cedere alle lusinghe di altre squadre in occasione della finestra estiva (Inter?). Ed ecco che il bravo direttore Giuntoli, che dal Carpi in poi di colpi di mercato a segno ne ha sempre messi parecchi, si è giocato l'ultima carta persuasiva a disposizione: recarsi a casa del calciatore! 

Ma, ora, come sempre passo la palla agli utenti di calciomercato.com: dove andrà a giocare Verdi nella prossima stagione? Ha fatto bene a rifiutare l'offerta del Napoli? 

Per scrivere all'avvocato Cataliotti utilizza lo spazio dedicato ai commenti, oppure vai su www.footballworkshop.it


GIOCA A FANTACALCIOMERCATO, il gioco più appassionante e divertente del web. Si può giocare solo su CALCIOMERCATO.COM e la partecipazione è GRATUITA. 
Basta essere registrati su Calciomercato.com e cliccare su fanta.calciomercato.com