Casella dopo casella, il gioco di incastri che dovrebbe portare Federico Bernardeschi alla Juve continua ad andare avanti. Che il quadro possa comporsi definitivamente nelle prossime 48 ore, però è tutt'altro che scontato nonostante la volontà del giocatore sia la stessa dei due club: evitare situazioni spiacevoli nel ritiro della Fiorentina, permettere a Bernardeschi di sbarcare negli Stati Uniti con un carico di entusiasmo (quello che serve di questi tempi alla Juve) e magari una maglia numero dieci da tirare fuori dal cassetto. Non sarà facile chiuderla entro giovedì, eppure Marotta e Paratici ci proveranno a dare alla trattativa quell'accelerata finale mancante da quando sul piatto il discorso relativo alla differenza di vedute sui bonus ha poi lasciato spazio all'inserimento di alcune contropartite tecniche. 

L'INCONTRO - L'affare si farà, questo è quanto trapela da tutte le parti coinvolte. Anzi, si dovrebbe fare considerando come sul quando ci sia invece più incertezza. Determinante sarà l'incontro previsto nelle prossime ore, già in giornata salvo cambi di programma, che dovrebbe vedere in questo caso esponenti di entrambe le società presenti oltre all'onnipresente agente-intermediario Beppe Bozzo, anello di congiunzione fondamentale in questa trattativa: un contatto diretto che potrebbe servire per sbloccare la situazione una volta per tutte. E che potrebbe avere una controsvolta decisiva legata al ritorno di una valutazione solo cash dopo i vari tentativi di inserire delle contropartite: proposto Rincon, richiesto Pjaca, il punto di incontro era stato individuato in Sturaro ma nelle ultime ore a rallentare il tutto sarebbe stata la difficoltà nell'immediato di soddisfare da parte della Fiorentina le richieste economiche del centrocampista sanremese fresco di rinnovo con contratto importante e fuori parametro per il club viola. Ecco che quindi le due trattative potrebbero andare avanti in maniera separata, come capitato ad esempio sul fronte Milan tra gli affari Bonucci e De Sciglio. La richiesta della Fiorentina rimane ancorata su 40 milioni di parte fissa più bonus fino ad un massimo di 10, la questione premi vede la Juve ancora piuttosto distante a meno che non si possa limare la parte fissa: complessivamente la distanza è di circa 5 milioni e legata anche alla facilità dei vari premi, ostacoli presenti ma non insormontabili. Presentato Douglas Costa, presi Szczesny e De Sciglio, la Juve passa a Bernardeschi: l'obiettivo è chiudere tutto entro 48 ore, missione difficile ma non impossibile.  

@NicolaBalice
 

 
GIOCA A FANTACALCIOMERCATO, il gioco più appassionante e divertente del web. Si può giocare solo su CALCIOMERCATO.COM e la partecipazione è GRATUITA. 
Basta essere registrati a Calciomercato.com e cliccare su fanta.calciomercato.com