-4 al derby d'Italia, ma Juventus e Inter sono già pronte per uno scontro chiave nella corsa scudetto. Lo sa bene il vice-presidente nerazzurro Javier Zanetti, che a Sky Sport suona la carica: "Inter-Juve? E’ una partita importante per entrambe le società ma non decisiva. Il mister e la squadra prepareranno al meglio la gara come fatto già in queste partite. Siamo consapevoli del valore della nostra squadra, andiamo a Torino per giocarcela. La squadra ha grande potenzialità, l’allenatore è riuscito ad amalgamare il tutto. Tutti si sentono importanti, questa inter fa del lavoro quotidiano la sua forza. Sia Candreva che Perisic corrono molto, aiutano in entrambe le fasi la squadra. E’ proprio lo spirito il segreto di questa squadra. È compatta e con grande personalità. Sappiamo di affrontare una squadra forte, ma ci sono i presupporti per giocarcela alla grande".

ICARDI - "Sta facendo cose straordinarie, è da 4 o 5 anni che gioca in questo modo. Migliora di anno in anno, siamo felicissimi di averlo come capitano” E del mercato di gennaio, Zanetti ha parlato così: “E’ stato chiaro Ausilio. Questa squadra è forte ed e difficile fare mercato a gennaio. L’importante è continuare così, il mister è contento della rosa. Valuteremo se intervenire, così come siamo però, per quello che stiamo dimostrando, stiamo bene".

SPALLETTI COME MOURINHO - "Non mi piacciono i paragoni, sono due grandissimi allenatori. Mou con noi ha fatto cose straordinarie. Spalletti è molto preparato e forte, siamo contenti sia qui. Sta portando tutto il suo valore all’interno, sta trasmettendo alla squadra tutte le sue idee e il campo ci sta dando ragione".

POLEMICHE JTV - Javier Zanetti, vice presidente dell'Inter, prova a chiudere la vicenda riguardante le dichiarazioni di Sandro Pellò, presidente di Comunicazione Bianconera, nel recente intervento a Jtv, canale ufficiale dei bianconeri. Queste le parole della leggenda nerazzurra a Premium Sport: "Le dichiarazioni trasmesse sulla tv ufficiale della Juventus? Voi cosa pensate? Bisogna vedere chi le fa, dispiace perché bisogna pensare a quello che possono offrire le due squadre e lasciare le polemiche da parte, non è nel nostro stile".