L’Inter non ha ancora risolto il problema del vice Icardi, anche se in realtà proprio quel ruolo era stato promesso a un calciatore che finora continua a sognare il nerazzurro. Parliamo di Roger Martinez, attaccante colombiano che ai tempi Piero Ausilio consigliò al Jiangsu Suning.

IL VETO DI CAPELLO - Il giovane classe ’94 ha accettato la Cina in cambio di una promessa: quella di vestire, un giorno, la maglia dell’Inter. E i programmi della società di corso Vittorio Emanuele in realtà prevedevano un suo arrivo nel calcio europeo, ma finora tutto questo non è stato possibile e Roger Martinez continua a procrastinare il trasferimento nel campionato italiano. A trattenerlo in Cina  è stato Fabio Capello, che dal suo arrivo a Nanchino ha posto il veto sulla partenza dell’attaccante colombiano. Il tecnico italiano non vuole privarsi della propria punta, ma il rischio è quello di frenarne la crescita, vista la bassa competitività del campionato cinese. Ausilio gli aveva promesso l’Inter, Capello lo ha bloccato al Jiangsu: quanto dovrà ancora attendere Martinez? 

SI ALLONTANA IL NERAZZURRO - L'Inter dovrà prendere una decisione in merito e capire se offrire o meno a Martinez una possibilità. Ma questa è un'eventualità che al momento appare poco prevedibile dato che nel frattempo i nerazzurri hanno puntato su giovani attaccanti come Odgaard, Pinamonti e Colidio. Quest'ultimo giovanissimo, classe 2000, ma pagato 8 milioni di euro più uno di bonus. 9 milioni totali, la stessa cifrà che servì al Jiangsu per comprare Roger Martinez