Nel pomeriggio in casa Inter si è tenuto un vertice di mercato a tre tra il presidente Massimo Moratti, il direttore dell'area tecnica Marco Branca e l'amministratore delegato Rinaldo Ghelfi

Come si legge su Gazzetta.it, facile intuire che al centro del summit nerazzurro ci fosse il "sogno" Paulihno. Vero è che dopo l'uscita dell'olandese serve un'altra pedina per fare cassa (Alvarez o Coutinho, si sa), ma è anche vero che per il nazionale brasiliano tanto, tantissimo è avviato anche per i rapporti nati nel luglio scorso quando il diesse Piero Ausilio andò in Brasile cercando di chiudere la trattativa sugli 8 milioni. Oggi il giocatore costa 15 milioni di euro e a lui andrebbero 2,5 milioni a salire per almeno un triennale.

Il fatto che il vertice si sia tenuto alla presenza di Ghelfi, 'ministro delle finanze' nerazzurro e uomo dei contratti, è significativo: il segnale da cogliere è che, molto probabilmente, dopo aver ceduto Wesley Sneijder, l'Inter si prepara ad aprire i cordoni della borsa per comprare