(ENGLISH VERSION)

L'Inter cerca un terzino sinistro sul mercato di gennaio. Il primo obiettivo del ds Ausilio è tornato a essere un giocatore già corteggiato la scorsa estate: Domenico Criscito, che ha un altro anno e mezzo di contratto con lo Zenit San Pietroburgo da oltre 3 milioni di euro netti a stagione. 

DUE STRADE - I nerazzurri sono disposti a trattare solo low cost. Di certo non per 15 milioni, la cifra che chiede il club russo e la stessa che aveva pagato per acquistarlo dal Genoa. L'idea è quella di un prestito con obbligo di riscatto oppure uno scambio: la scorsa estate lo Zenit si era interessato a Murillo e a Jovetic, che però hanno rifiutato il trasferimento in Russia. Altrimenti può essere offerto un altro dei calciatori in esubero tra Felipe Melo e Biabiany o il prestito di Gabigol

LE ALTERNATIVE - Lichtsteiner (Juventus) è un'idea a parametro zero per luglio, Conti (Atalanta) è monitorato per il futuro, a gennaio occhio a Darmian che il Manchester United potrebbe cedere e al costoso Ricardo Rodriguez del Wolfsburg. 

MERCATO IN USCITA - L'Inter ha intenzione di dare solo in prestito Miangue, Gnoukouri e Gabigol, mentre valuta gli addii a titolo definitivo dei giocatori che, essendo a bilancio a cifre basse, garantirebbero discrete plusvalenze. Tra i candidati forti Brozovic (appetito in Premier, ma adesso titolare), Murillo, Felipe Melo, Santon e Biabiany. Jovetic e Kondogbia sono a bilancio a cifre alte. La soluzione più semplice sarebbe fare una cessione (iper valutata) al Jiangsu: non ci sono regole dell’Uefa che la vietano, ma in corso Vittorio Emanuele ricorreranno a questa soluzione sono in caso estremo per non irritare Nyon. E comunque più probabilmente entro il 30 giugno e non a gennaio. 

DUE SPONSOR - Intanto, sempre secondo il Corriere dello Sport, Suning pensa a due grossi sponsor dalla Cina: uno andrà sulla maglia da allenamento, l'altro darà il nome al centro Facchetti dove si allenano e a volte giocano le giovanili nerazzurre. La Pinetina, intitolata ad Angelo Moratti, per il momento non cambierà nome. Entro gennaio saranno resi noti i nomi delle due aziende : Alibaba è una possibilità. 

FAIR PLAY FINANZIARIO - L'obiettivo per evitare noie dall'Uefa e rispettare gli accordi già presi in tema di fair-play finanziario è chiudere il prossimo bilancio in pareggio (togliendo le spese considerate 'virtuose' ovvero gli investimenti per il vivaio, quelli per i miglioramenti delle strutture e quelli nel sociale) o al massimo con un disavanzo di 10 milioni, passivo che obbligherebbe l'Inter a pagare una multa di 7 milioni. Andare oltre quella cifra vorrebbe dire violare il settlement agreement e dunque nuova sanzione che può essere esclusione delle coppe europee. 

STEVEN ZHANG A NAPOLI - Oggi, accompagnato dal vice presidente Zanetti, Stevan Zhang partirà per Napoli e stasera sarà al San Paolo vedere la partita. Il ragazzo ha preso casa a Milano in zona Garibaldi-corso Como ed è sempre più dentro l’Inter, tanto che la nomina del nuovo Ceo non è più considerata una priorità: Jun Liu e lui sono ritenuti più che sufficienti. Il rinnovo del contratti in scadenza e già... abbozzati (quelli del ds Ausilio e del cfa Gardini) sarà deciso a marzo. 

ESTATE A NANCHINO - Sono loro che stanno soprintendendo alla tournée nella prossima estate in Cina con l’Inter che farà base a Nanchino, probabilmente nel fantastico hotel di proprietà del Suning usato la scorsa estate per la presentazione dell’ingresso del gruppo cinese nell’Inter (il Sofitel Zhongshan Golf Resort). A gennaio sarà operativo anche il nuovo ufficio nerazzurro a Nanchino.