Dopo aver corso qualche rischio di troppo, l'Inter di Luciano Spalletti ha portato a casa i tre punti battendo un generoso Crotone. Questo è quanto scrive l'edizione odierna del Corriere della Sera. 

"Nel setaccio di Spalletti restano tre punti, importanti perché filtrati dalle impurità di una partita intricata, giocata sotto ritmo, con troppi attori principali (Icardi, Candreva, Joao Mario, Gagliardini) scivolati nell’anonimato. A Crotone il Milan aveva passeggiato alla prima di campionato, in condizioni ben diverse però. Nella terra che fu di Pitagora, l’Inter è arrivata a risolvere il teorema quando la campanella stava per suonare e dopo aver rischiato di prenderle dalla formazione di Nicola, ben disposta, grintosa, ma con un limite letale per chi deve salvarsi: non ha ancora trovato un gol in questa stagione".