Ancora una volta, stop all'affare. In questi minuti si è nuovamente bloccata l'operazione che avrebbe dovuto portare Joao Mario al West Ham: discorso avviato da giorni, fermato dal giocatore e poi ripreso con una soluzione che poteva accontentare tutti, ovvero un prestito oneroso da 1,5 milioni di euro garantiti all'Inter più un diritto di riscatto ancora da stabilire. Con le parti al lavoro però si sono trovati nuovi ostacoli.

IL PROBLEMA - La cessione che aiuterebbe le casse nerazzurre e sbloccherebbe con ogni probabilità anche un'altra operazione dopo l'arrivo di Rafinha è ferma per più motivi: non solo la resistenza di Joao che non è convinto e preferirebbe aspettare una squadra più importante, anche il mancato via libera della proprietà del West Ham al pagamento di 1,5 milioni di prestito per un giocatore non entusiasta di volare a Londra e che non sarebbe certo di essere riscattato in estate. Così gli Hammers hanno frenato, l'Inter ne prende atto e aspetta che se ne possa riparlare. Cercando una sistemazione per Joao Mario, alla porta più che mai.