Lunedì prossimo, alle 12, Juventus e Roma conosceranno il loro destino in Champions League. Le due superstiti del campionato italiano sapranno quali saranno gli ostacoli che li attendono negli ottavi di finale (gare d'andata 13/14 e 20/21 febbraio, ritorno 6/7 e 13/14 marzo). Nel sorteggio di Nyon, le 16 qualificate alla fase a eliminazione diretta saranno divisi in due urne da 8, a seconda che si siano classificate come prime o seconde nei rispettivi gironi. Tre "paletti" restringeranno il campo dei possibili incroci: non potranno affrontarsi squadre dello stesso Paese, non si potrà assistere a sfide tra formazioni già confrontatesi nei gironi e non potranno esserci incroci tra club appartenenti alla stessa urna (non è possibile dunque che una prima ne affronti un'altra).

SORTEGGIO PILOTATO - Un sorteggio che in questa edizione di Champions League sarà particolarmente "pilotato", vista la presenza di ben 5 rappresentanti della Premier League, 4 delle quali hanno anche vinto i rispettivi raggruppamenti, col solo Chelsea arrivato secondo. Uno scenario che riduce tremendamente i margini di possibilità per gli uomini di Antonio Conte, che non potranno affrontare quindi nessuna tra Manchester City, Manchester United e Tottenham, essendo squadre della stessa nazione, e tantomeno la Roma, già sfidata nel girone. Soltanto tre chance per i Blues, che certamente affronteranno una tra Barcellona, Paris Saint Germain e Besiktas.

JUVE, PERICOLO INGLESE - Per effetto di questa situazione, gli indici di probabilità per le restanti 15 partecipanti alla Champions subiscono delle pesanti modifiche, comprese le italiane. La Juventus, seconda alle spalle del Barcellona nel suo gruppo, non potrà vedersela con i blaugrana e con la Roma e, nel ventaglio di possibilità a sua disposizione, intravede il rischio concreto di affrontare una formazione inglese. Quattro delle sei possibili avversarie provengono dalla Premier League: i bianconeri hanno circa il 74% di probabilità di trovare una tra Manchester City (18,334%), Manchester United (18,334%), Liverpool (18,853%) e Tottenham (18,853%). Il restante 26% è equamente suddiviso tra Paris Saint Germain e Besiktas.

ROMA, EVITA BAYERN E REAL - Sei opzioni a disposizione anche per la Roma, che potrà però attingere da un bacino più variegato: niente inglesi sulla strada di Di Francesco, che ha già affrontato il Chelsea e non potrà vedersela con i due Manchester, il Liverpool e il Tottenham, inserite come i giallorossi nell'urna delle prime classificate. Le due minacce più insidiose sono rappresentate da Real Madrid e Bayern Monaco, a cui vanno il 18,853% delle probabilità e il 15,314%; stesse chance di incrociare l'altra spagnola, il Siviglia, e il Porto, mentre esiste il quasi il 16% di possibilità di trovare Shakhtar Donetsk e Basilea.