La Juventus sta continuando a lavorare in questi giorni e in queste settimane per arrivare a Emre Can. Non si è più nascosto il dg Beppe Marotta, la Juve ne ha fatto un suo obiettivo a parametro zero e adesso la massima concentrazione è sulla possibilità di prenderlo in vista di giugno: come raccontato nelle scorse settimane, c'è stato un nuovo contatto con il Liverpool che ha continuato a fare muro sulla possibilità di concedere uno sconto per il tedesco già a gennaio. Non potendo neanche giocare la Champions in bianconero, la Juve non andrà a svenarsi per averlo con 6 mesi di anticipo a meno che da Klopp non arrivi un via libera fin qui mai concesso.

LA CONCORRENZA - L'affare sta cambiando, insomma. Anche perché stanno diminuendo notevolmente le possibilità che Emre Can rinnovi il suo contratto con i Reds con una clausola rescissoria da 30 milioni di euro, come sperato dal Liverpool. Adesso l'operazione si fa con l'entourage del centrocampista classe '94, trovando un accordo in vista della prossima estate: la proposta supera i 3,5 milioni all'anno con i bonus, il dialogo procede (Emre Can ha aperto da tempo ai bianconeri) e ora l'obiettivo della Juve con Marotta e Paratici è di sorpassare definitivamente la concorrenza straniera per evitare sorprese. Non c'è l'Inter infatti, ma solo società estere come il Manchester City e il Bayern Monaco ad aver chiesto informazioni: c'è da fare in fretta, lavori in corso per Emre Can a zero. Entro fine anno è previsto un altro contatto diretto, la Juve non molla un centimetro...