Ai microfoni di Sky Sport HD, nel post partita di Reggio Emilia, l’attaccante della Juventus Paulo Dybala.

Un’altra tripletta, un altro pallone: è iniziata la collezione?
Sono contento perché ne sono arrivati due di seguito, ne avevo due già dall’Argentina, adesso due qua in Italia e sono molto contento.

Adesso ripartiranno i paragoni, anche con Messi; chi è Dybala? Si possono fare paragoni con qualcuno?
No, no, io penso di no, ogni giocatore è se stesso. Io sono Dybala, i paragoni con Messi non è che non mi piacciono, però, Messi è un giocatore che ha vinto cinque palloni d’oro, un giocatore che ha fatto delle cose che non ha fatto nessuno nella storia del calcio. Non è che mi sembra assurdo il paragone, ma io voglio essere io, non voglio essere paragonato a nessun altro giocatore, voglio fare la mia carriera, vincere i miei trofei, fare i miei gol, le mie giocate e, poi, i paragoni con Messi li potete fare voi giornalisti, ma io voglio essere me stesso.

Come titolo ti piace “Trybala” dopo questa partita?
Non lo so. Io gioco al calcio, voi fate i giornalisti.