Lungimiranza e operazioni intelligenti. Beppe Marotta e Fabio Paratici hanno abituato a questo stile di affari più volte durante la loro gestione alla Juventus, se ne contano tantissime e c'è la continua ricerca di opportunità: la prossima può essere Emre Can, un piano studiato con un anno di anticipo per trattarlo già dalla scorsa estate senza successo, ma mantenendo i contatti utili così per bloccarlo adesso a parametro zero in vista del prossimo giugno. Traguardo vicino, quando verrà tagliato sarà il simbolo di un'operazione nata da lontano e portata avanti nonostante la resistenza del Liverpool. Una strategia che però non premia quando c'è di mezzo un altro top club come il Barcellona.

RETROSCENA SERGI - Non è mai decollato un discorso Iniesta, ad esempio. Ma soprattutto nelle idee bianconere è circolato anche il nome di Sergi Roberto, terzino destro in scadenza di contratto nel 2019 con i blaugrana. In Spagna sono convinti delle mosse della Juve per studiare il colpo tra la prossima estate o eventualmente la successiva senza rinnovo, proprio con una strategia 'alla Emre Can'; erede ideale di Lichtsteiner a destra, giovane e con piedi di qualità, l'identikit è quello ideale... ma il Barça ha bloccato qualsiasi manovra. Vuole blindare Sergi Roberto, gli ha promesso il rinnovo del contratto per evitare un blitz della Juve o dei club inglesi che si sono attivati. Ecco perché la strategia è destinata a sfumare. Aspettando Emre Can...