Momento delicato per la Juve, ancora bruciata dal ko di Genova. E ai microfoni di Sky Sport ha parlato, per analizzarlo e guardare al futuro Sami Khedira, semplicemente fondamentale in questo avvio di stagione. Questi i temi più caldi toccati dal tedesco.

SCONFITTA - "Non sono abituato a perdere con questa frequenza dopo la Champions. Forse è un problema di concentrazione, non saprei. Sono comunque state sconfitte diverse: con Milan e Inter abbiamo giocato meglio e potevamo vincere. Col Genoa no. Però succede, a volte le batoste servono per ricordarti che non devi mai abbassare la guardia".

CRITICHE - "Sono il primo a dire che dobbiamo migliorare il nostro gioco. Per la qualità che abbiamo potremmo giocare meglio, ma intanto vinciamo. Vogliamo comunque migliorare. Per il mister, per i tifosi, per i media".

DYBALA - "È mancato tanto. Ci arricchisce con le sue qualità, è un giocatore troppo importante per noi. Con il suo piede sinsitro riesce sempre a creare momenti importanti. È un giocatore speciale".

ATALANTA - "Il nuovo Leicester? Può essere, ma noi siamo la Juve e anche noi abbiamo i nostri sogni. Sabato vogliamo batterli. Questo è il nostro obiettivo, anche se sappiamo che non sarà facile. Li abbiamo visti contro la Roma, sono una squadra forte che non si arrende mai".