La pazienza su un fronte, l'assedio diretto sull'altro. La Juventus ha già fatto i suoi passi per Douglas Costa: intesa di massima col giocatore e adesso è tempo di attendere, dovrà essere il Bayern Monaco a comunicare la cedibilità del brasiliano per avviare una trattativa da 50 milioni di valutazione. Pazienza, calma e gesso. Al contrario dell'operazione Federico Bernardeschi, messo nel mirino da Marotta e Paratici grazie ai contatti continui con l'agente Beppe Bozzo.

PRIMA OFFERTA - Procede tutto come anticipato su Calciomercato.com nei giorni scorsi: la prima offerta da 40 milioni di euro più bonus è stata preparata, presto verrà recapitata alla Fiorentina per avviare un dialogo non più verbale ma anche formale sul numero dieci viola. E l'Inter? Si è raffreddata nel suo interessamento, non spinge convinta, strategia o scelta precisa lo dirà il tempo. Ecco perché la Juve vuole insistere e sente che è il momento giusto. La prima offerta aiuterà a forzare ancora per Berna in bianconero.

IDEA DARMIAN - Alla lunga lista delle idee per la fascia destra - con l'imminente addio di Dani Alves - c'è da aggiungere invece Matteo Darmian. Il terzino scuola Milan adesso è un'opportunità concreta, la Juve ha già fatto le sue richieste e approfondito i contatti. Può essere un profilo ideale per i bianconeri, Allegri lo approva. Il problema? Si chiama José Mourinho: alle prime richieste di questi giorni di giugno ha risposto in maniera chiara e netta, Darmian è incedibile. Un messaggio anche alla Juve, non sarà semplice il mercato degli esterni bassi. Darmian compreso.