Con Cuadrado e Matuidi la Juventus sta per chiudere il proprio mercato in entrata. Il club bianconero spingerà sull'acceleratore per i due colpi che completeranno e arricchiranno la già ben nutrita rosa a disposizione di Massimiliano Allegri. Ben fornita, forse troppo, perchè nella compliazione della lista dei giocatori schierabili in Champions League che dovrà essere consegnata l'1 settembre c'è un grande problema di abbondanza aggravato dalla mancanza di giocatori (titolari) cresciuti nel vivaio bianconero.

CHI E' SICURO DEL POSTO - Sono ovviamente tanti i giocatori già certi di essere inseriti nella lista  apartire dalla BBBC, passando per i neo-acquisti Benatia, Dani Alves, Pjanic, Higuain e i probabili nuovi arrivi Cuadrado e Matuidi. Stesso discorso per Dybala, Mandzukic, Khedira, Lichtsteiner, Asamoah, Alex Sandro, Neto ed Evra. Un totale di 18 posti già assicurati a cui vanno ad aggiungersi Marchisio, Marrone e Audero che riempiranno la lista dei giocatori cresciuti nel vivaio bianconero e porteranno a 21 i giocatori già certi del posto.

I NO SICURI - Al momento la Juventus ha individuato in Paolo De Ceglie, Rolando Madragora e nel trequartista Hernanes i sicuri esclusi dalla lista. Il terzino italiano è considerato di fatto fuori rosa e sta cercando una nuova destinazione. L'ex centrocampista dell'Inter è sul mercato, ma dopo aver rifiutato le destinazioni cinesi sta titubando su i sondaggi di Siviglia e Valencia. L'ex centrocampista del Pescara, infine, non sarà a disposizione per oltre 4 mesi per infortunio e, solo se rientrerà in tempi brevi potrà essere preso in considerazione per le sostituzioni di febbraio.

IN DUBBIO - Restano quindi soltanto 3 posti a disposizione per 5 giocatori attualmente in rosa. Sorprendentemente a rischio restano quindi Lemina, Pjaca, Rugani, Sturaro e ovviamente Zaza. Il centrocampista franco-gabonese ha mercato e potrebbe lasciare la Juventus entro il 31 agosto. La partecipazione alla Coppa d'Africa, inoltre è un fattore che inciderà anche su Asamoah e Benatia e la Juventus non vorrebbe rischiare un terzo giocatore nella propria lista. Molto dipenderà dal recupero di Stefano Sturaro anche lui in forse per i problemi fisici al ginocchio che lo hanno tormentato nel corso dell'estate. Il discorso per Simone Zaza è legato soprattutto da come evolverà il mercato e, se non arrivasse la cessione tanto aspettata, allora il giocatore si giocherà un posto in lista con Marko Pjaca. In attacco, infatti, c'è abbondanza (con gli intoccabili Madzukic, Higuain e Dybala), la stessa che c'è anche in difesa, dove Rugani si troverebbe ancora una volta ad essere la quinta scelta. La colpa è di un regolamento che (solo per l'Europa, ma non per l'Italia) non gli consente di essere inserito nella lista dei giocatori cresciuti nel vivaio bianconero. Nei due anni all'Empoli, infatti, il giocatore è stato in comproprietà con i bianconeri, ma non giocando per la Juventus, la Uefa non considera quegli anni come di "militanza" in bianconero.