Grazie a tutti i lettori di calciomercato.com

Ci tengo ad iniziare questo editoriale ringraziando voi tutti.
Quest'estate la rubrica #Juvemania sta generando numeri pazzeschi. L'ultimo pezzo ha superato le oltre 140.000 letture uniche, un risultato straordinario che senza il vostro affetto e la vostra stima sarebbe stato impossibile da raggiungere.
Continuate a seguire la rubrica e ad attaccarmi schiettamente senza pietà quando lo riterrete necessario.
Le critche in buona fede sono quanto di più utile per migliorare e migliorarsi nell'era contemporanea del mondo web.

#TottenhamJuve, bicchiere mezzo vuoto

Fatta la dovuta premessa, ritorniamo alla partita di Wembley di ieri pomeriggio.
L'ultima amichevole estiva prima dell'inizio ufficiale della stagione 2017/2018, come già scritto per la rubrica settimanale #JDiscreti curata per ilbianconero.com, ha lasciato non poca preoccupazione addosso ai tifosi juventini; in alcuni (troppi) casi anche davvero esagerata. Niente allarmismi ma bisogna sicuramente tenere conto di alcune spie di controllo che si sono accese.

Allegri, senza top, devi cambiare

E' innegabile constatare che senza la presenza in squadra di Bonucci, la fase difensiva juventina va assolutamente rivista. 
Manca in rosa un difensore capace di impostare il gioco sin dalla difesa e questa lacuna inoltre espone di più Pjanic al rischio di esser aggredito dai centrocampisti avversari ancor prima di riuscire a dare avvio all'azione.
Il centrocampo a 2 previsto dall'ultimo modulo utilizzato da Allegri, con il solo Khedira a supporto (anche se Marchisio, finalmente recuperato, scalpita), pone questa nuova Juventus sempre in inferiorità numerica e in difficoltà nella fase nevralgica del campo, sin dalle retrovie.
I benefici offensivi ottenuti da questa brillante intuizione tattica dello scorso Gennaio rischiano ora seriamente di venire vanificati dalle controindicazioni. 
Ritengo, che in assenza dell'acquisto di un top player a centrocampo e di un difensore dai piedi buoni in difesa, Allegri abbia l'obbligo di sperimentare nuove soluzioni tattiche per valorizzare le doti offensive dei nuovi acquisti e non sminuire in alcun modo quelle degli altri titolari già in rosa.
Può sembrare un'assurdità, ma senza Bonucci e Dani Alves il 4-2-3-1 rischia già di esser un modulo obsoleto o utilizzabile solo contro squadre di piccolo/medio livello anche perchè non si può davvero chiedere a Mandzukic, il vero elemento chimico indispensabile per far funzionare questo schieramento/esperimento, di portare la croce sulle spalle per un'intera stagione.

Lemina, addio senza rimpianto

Nel frattempo, la Juventus con l'imminente cessione (senza rimpianto alcuno) di Lemina all'estero ha quasi completato un'altra operazione in uscita che porterà ulteriori euro, e non pochi, nella cassaforte societaria.
A questo punto servirà capire sino in fondo le ambizioni della proprietà, soprattutto a livello europeo,  e i prossimi 25 giorni in tal senso saranno decisivi.


Il dopo Neymar

Nel frattempo, ovviamente, bisogna però rispedire al mittente qualsiasi tentazione di fare ulteriormente cassa pensando di cedere qualche top player, ingolositi dai tantissimi milioni spesi dal PSG per l'acquisto di Neymar, che in un modo o nell'altro verranno reinvestiti sul mercato dal Barcellona e di conseguenza anche da tutti coloro che si troveranno adesso a fare mercato con la squadra di Messi.
L'impressione è che il mercato bianconero, da qui a fine Agosto, ha ancora tanto da dire. #Finoallafine

@stefanodiscreti