La pareggite in coppa non aiuta: le partite sono poche e con quattro pari su quattro Del Neri ha l'obbligo domani di vincere in Polonia. Contro il Lech è la sfida decisiva per la Juve che vuole tornare a vincere già qualcosa quest'anno. E l'Europa Legaue resta il traguardo più alla portata dei bianconeri, anche se la qualificazione alla prossima Champions - con la sua carrettata di euro - è l'obiettivo numero uno. 'E' meglio uscire? Dobbiamo giocarla questa coppa e allora è meglio vincere e passare il turno', disse Del Neri dopo l'ultimo scialbo pareggio (0-0) contro il Salisburgo.

Battere il Lech e poi giocarsi tutto a Torino contro il City di Mancini e Balotelli magari già qualificato. Il tecnico ci spera anche per allungare un curriculum continentale fin qui avaro. Tabù da infrangere a tutti i costi, anche perché il pronostico della vigilia dava Juve e City qualificate in carrozza davanti a Lech e Salisburgo, squadre modeste per forza e blasone. Invece, tutto si è complicato e i bianconeri - fatta eccezione per la trasferta inglese - hanno sempre deluso.

(Leggo - Edizione Torino)