La Juventus non brilla, ma vince e risponde al Napoli, riportandosi a un solo punto di distanza in classifica. Senza gli infortunati Buffon, Cuadrado e Dybala, Massimiliano Allegri decide di lasciare in panchina Bernardeschi e lanciare Douglas Costa nel tridente con Mandzukic e Higuain. Proprio l'esterno brasiliano sblocca la gara in avvio: palla recuperata fuori area, apertura per il croato che la rimette in mezzo dove lo stesso ex Bayern anticipa Perin per realizzare il suo secondo gol in campionato.

Da lì in poi, i bianconeri - che appaiono un po' sulle gambe - controllano la gara, senza creare però particolari pericoli: solo Pjanic prova in diverse occasioni a trovare il raddoppio, ma prima Perin e poi una mira non perfetta lo fermano. Nella ripresa la Juve abbassa i ritmi di gioco, limitandosi a gestire il pallone ma senza accelerare. Finisce così, i bianconeri vincono col minimo sforzo e mandano un messaggio chiaro al Napoli: la lotta scudetto resta più viva che mai.

.