Kakà ha rilasciato un’intervista esclusiva alla rivista britannica FourFourTwo nella quale è tornato su uno scenario di mercato sviluppatosi nel gennaio del 2009, quando il fantasista brasiliano fu ad un passo dal firmare con il Manchester City. La trattativa (dal valore di circa 100 milioni di euro) saltò proprio quando sembrava fatta e il 22 rossonero sarebbe passato pochi mesi più tardi al Real Madrid: “L’accordo praticamente era totale, mancava soltanto il mio ok definitivo. Avrei percepito un ingaggio di molte volte più elevato rispetto a quello del Milan è vero, tuttavia alla fine decisi che non era la scelta più giusta. Perché? Non ero convinto che il progetto del Manchester City sarebbe andato a buon fine, avrei lasciato un top club europeo (Milan) per una squadra che era ancora un’incognita essendo sul procinto di iniziare un progetto nuovo. Restare al Milan era più sicuro.”