Era da tutti definito come il colpo di mercato del Milan, la possibilità di riabbracciare il figliol prodigo, quella pecorella smarrita che si era persa in terra iberica. Ma per ora tutto ciò è solo speranza e nient'altro. Il ritorno di Kakà in rossonero sembrava cosa imminente: tutte le parti coinvolte erano d'accordo, questo trasferimento s'ha da fare. Un vantaggio per tutti: per Kakà, che può rilanciarsi e puntare ai Mondiali 2014 in Brasile; per il Milan, che riabbraccia un giocatore amato dai tifosi. E per il Real Madrid, che a bilancio toglierebbe cifre importanti.

Ma Adriano Galliani stoppa, l'accordo è saltato: "Niente, è finita a causa della diversa fiscalità tra Italia e Spagna". Credere al vicepresidente rossonero e mettersi l'animo in pace o proseguire nel sogno Kakà? 

Tutto sembra portare ad un chiaro messaggio: la trattativa è tutt'altro che saltata, le parti sono al lavoro per cercare di trovare una soluzione che vada bene per tutti. Il figliol prodigo potrebbe riabbracciare (e presto) il suo Milan. Galliani ricamare un'altra impresa di mercato. Tutto ipotetico, per ora: ma continuiamo a sognare, tanto non costa nulla. Anche se a Madrid non la pensano così...