Dal cauto ottimismo per il recupero alla preoccupazione che questo possa non arrivare in tempo: occhi puntati in casa Milan sulle condizioni di Nikola Kalinic, che dopo aver perso le ultime due partite di qualificazione con la nazionale per un problema agli adduttori rischia ancora di non prendere parte dal 1' al derby. A quattro giorni dalla delicata sfida con l'Inter infatti l'attaccante non si allena con il gruppo, questa mattina ha svolto lavoro differenziato per poi lasciare il centro sportivo di Milanello.

SI SCALDA SILVA, MA CUTRONE... - Calano le quotazioni di Kalinic, che spera di poter aggiungere un'altra tacca al suo score personale in casa dei nerazzurri (con la maglia della Fiorentina tre gol nel 2015/16, uno la scorsa stagione), salgono vertiginosamente quelle di André Silva: il portoghese ha confermato anche in questa pausa nazionali di essere in forma e di vedere la porta (due gol in due partite, 11 in 17 presenze totali con la nazionale) e cerca la sua seconda consecutiva da titolare dopo la prestazione nel complesso positiva offerta contro la Roma. Montella ci pensa, nei prossimi giorni proverà André Silva come terminale offensivo con Suso e Bonaventura alle sue spalle, ma attenzione anche a Patrick Cutrone: le ultime parole al miele dell'Aeroplanino non sono passate inosservate e anche la punta classe '98, rivelazione dell'estate che ha visto il proprio minutaggio ridursi drasticamente a settembre, sarà oggetto di studio da parte del tecnico negli ultimi tre allenamenti in vista della stracittadina. Montella considera tutte le alternative per affrontare l'Inter: André Silva in pole, Kalinic a denti stretti in seconda battuta, ma c'è anche Cutrone che scalpita per avere spazio nel derby.