Le due giornate di squalifica comminate a Nikola Kalinic sono andate di traverso alla Fiorentina. Il centravanti viola a partita contro l'Empoli già finita è stato espulso dall'arbitro Mazzoleni per un vaffa pronunciato dall'attaccante.

La tesi difensiva è che quel vaffa non era indirizzato al direttore di gara, bensì era un'espressione di delusione per la sconfitta e per la prestazione della squadra. L'obiettivo della Fiorentina è quello di togliere una giornata di squalifica in modo tale da riavere Kalinic a disposizione per la trasferta di Palermo del 30 aprile.