Simone Inzaghi, allenatore della Lazio, è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia del match con la Juventus: le sue dichiarazioni.

INFORTUNATI - "La sosta ci ha aiutato per lavorare. Nell'ultimo periodo non ci eravamo allenati nel migliore dei modi a causa delle tante partite. Abbiamo fatto di tutto per recuperare più giocatori possibili e domani ci sarà Bastos, anche se devo ancora decidere se impiegarlo dal 1'. Mi aspettavo più recuperi? No, sta andando tutto secondo i programmi. Walace ha problemi al polpaccio, è assente dalla partita contro il Milan e per noi è importante. Noi lo aspettiamo ma non vogliamo rischiare: con il polpaccio non si scherza".

VITTORIA IN SUPERCOPPA - "Si riparte da lì? "A livello tattico sì. Dovremo andare in campo con umiltà e furore agonistico, sappiamo cosa troveremo e la Juventus sarà arrabbiata sia per il pareggio di Bergamo che per la sconfitta in Supercoppa. Vogliamo fare la nostra gara con personalità".

RISPOSTE - "Quando abbiamo giocato a Torino contro la Juventus non abbiamo fatto bene, ma i bianconeri sono di un altro livello. Servirà la partita perfetta e dobbiamo sperare che i nostri avversari non siano al top".

NANI - "Come sta? Molto bene. Fortunatamente non è andato in Nazionale, è rimasto qui e tra domani e giovedì verrà sicuramente impiegato. Si sta guadagnando il posto sul campo, mi ha dimostrato di essere al 100% e di allenarsi con il massimo impegno".

MARUSIC E PATRIC - "Entrambi avevano qualche problemino ma stamattina stavano meglio. Anche Lukaku è tornato non in perfette condizioni, spero di recuperarlo tra giovedì e domenica, mentre Marusic sta bene".

LAZIO MAI VINCENTE A TORINO - "Non siamo solo noi. Bisognerebbe fare questa domanda a tutte le squadra di Serie A. Vorrei giocarmela alla pari".

PERIODO DURO - "Sicuramente sì, le prossime 5 saranno molto dure, visto che affronteremo tante partite fuori casa".

JUVE - "Credo che ogni anno la Juventus perda giocatori importanti ma che li ha anche sempre sostituiti nel migliore dei modi. I nuovi devono ancora adattarsi ma i bianconeri andranno forte sia in campionato che in Champions League. Il Napoli si è avvicinato tanto ma adesso è impossibile fare pronostici sullo Scudetto".

GAP - "Ridotto rispetto a due mesi fa? Dipende da noi, il divario c'è e ci sarà sempre. Per loro arrivare secondi significa fallire l'obiettivo e in queste ultime stagioni hanno dimostrato di essere i numeri uno. Ad agosto abbiamo meritato la Coppa ma domani servirà il 110%".

ACCOSTAMENTO - "Io alla Juve? È normale che leggere certe cose faccia piacere ma Allegri è un grande allenatore".