Alessandro Murgia, centrocampista della Lazio, ha parlato del suo esordio in maglia biancoceleste, dei suoi obiettivi presenti ma anche dei sogni per il prossimo futuro. Ecco quanto riportato dalla stessa società laziale: "L’esordio da titolare all’Olimpico è stato emozionante. A me piace giocare da regista, in campo ho dato tutto, ma Biglia è un giocatore difficile da sostituire, e mi alleno al meglio per migliorare sotto tutti i punti di vista. Con mister Inzaghi ho un ottimo rapporto personale e professionale: mi ha cresciuto gli devo tutto, provo a ringraziarlo sul campo. Spero di partire titolare nel derby di ritorno di TIM Cup, posso solo mettere in difficoltà il tecnico allenandomi al meglio. Nazionale? E' il sogno di ogni ragazzo: dovesse arrivare la convocazione sarei felice ma il mio presente è la Lazio. La sosta ha sia pro sia contro: si stacca dal campionato ma alcuni compagni torneranno a ridosso dell'impegno con il Sassuolo. Il gruppo è unito, ci divertiamo tutti quanti. Contro il Cagliari è forse mancata un po’ di cattiveria ma è comunque un punto guadagnato su un campo difficile. Il Sassuolo ha tanti giovani italiani, Di Francesco fa giocare bene i suoi ma il nostro staff prepara sempre la gara al meglio, li affronteremo con l’obiettivo dei tre punti. Guardiamo partita dopo partita: la gara con il Sassuolo non è semplice, puntiamo più in alto possibile. Ora arriveranno le sfide decisive, non dobbiamo mollare. Siamo consapevoli delle nostre qualità. In campo penso solo a giocare come so. Che siano pochi minuti, un tempo o l’intera gara, do tutto per i compagni e per il mister".