La sfida più attesa della giornata, Manchester United contro Chelsea, Van Gaal contro Mourinho, due amici-nemici di nuovo avversari, a quattro anni dalla finale di Champions League tra Inter e Bayern Monaco. Due big del calcio inglese che vivono momenti opposti, i Blues sono un'armata collaudata, che in classifica guarda tutti dall'alto al basso, i Red Devils, ottavi, cercano la giusta dimensione tra aquisti milionari, esperimenti tattici e la voglia di tornare a lottare per il vertice. Il primo tempo si chiude sullo 0-0, ma è solo una questione di dettagli. Januzaj è imprendibile, lo United crea con Di Maria e Van Persie, Courtois si fa trovare sempre pronto, così come De Gea che nega la gioia del gol a Drogba, bravo a girare un invito da destra di Oscar. 

GOL D'AUTORE - Per la prima rete bisogna aspettare solo 8 minuti della ripresa: De Gea si supera su Hazard, dall'angolo arriva la zuccata di Drogba, che segna il quarto gol nella sua carriera al Manchester United. Chi si attende la reazione immediata dei padroni di casa deve mettersi il cuore in pace: il Chelsea domina nel gioco e nelle occasioni (di Willian e Ivanovic), per rivedere lo United bisogna attendere il 78', con Van Persie che spara contro Courtois. Entra anche il ragazzino Wilson, attaccante dell'Under 21, lo United attacca a testa bassa, con il cuore, con l'orgoglio, e al 94', nell'ultimo dei quattro minuti di recupero, trova il pari: Ivanovic si fa cacciare per doppia ammonizione, dalla punzione nasce una mischia che risolve Van Persie. Finisce 1-1 un match spettacolare. Appuntamento a domenica prossima con il derby di Manchester.