Da VivoPerLei
elmaco7 scrive:


"Diego Armando Maradona, (detto El Pide de Oro) nato a Lanùs in Argentina il 30 Ottobre 1960, è considerato da molti il più grande calciatore di tutti i tempi. Numero 10 stampato sulla pelle, Diego, nonostante la sua altezza, è riuscito ad imporsi in un calcio fisico fatto di contrasti al limite del regolamento. 
In questo articolo vorrei rivisitare la carriera del 'Diez' e dare la mia opinione personale facendo storcere il naso a molti ..."
>>>CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE<<<

Luca Borioni risponde:


Opinione rispettabilissima, ma mettere in discussione Diego Maradona non ha senso. Contare i suoi successi di squadra e analizzare numericamente le sue prodezze non significa nulla. Lasciando da parte il lato umano del personaggio, più o meno esemplare, Maradona è ciò che di più bello il calcio sa rappresentare: la scintilla che sprigiona il talento, il gesto tecnico che diventa arte. Che sia stato il numero al mondo o il numero due fa poca differenza e soprattutto si tratta di una valutazione delegata alla sensibilità e alla cultura calcistica di ognuno di noi. Che poi, secondo l'autore dell'articolo, chi sarebbe il numero uno?