Meno Ibrahimovic e più Pogba. E' questo lo slogan di mercato ribadito non più tardi di un giorno fa dal direttore generale della Juventus Beppe Marotta. Le condizioni economiche attuali del calcio italiano non permettono voli pindarici con campioni già affermati e strapagati; bisogna invece proseguire nella ricerca di quei potenziali campioni a basso costo (e l'acquisto a parametro zero del centrocampista francese ex Manchester United è emblematico) che rappresentino il presente ma soprattutto il futuro della squadra.

In questa ottica, segnatevi il nome di Leon Goretzka. Possente centrocampista cresciuto nelle giovanili del Bochum, all'età di 18 anni è già un punto fermo della squadra che milita in Zweite Liga (la serie B tedesca) e della nazionale under 19 del suo Paese guidata da Christian Ziege. Giocatore molto forte fisicamente (è alto 189 cm), ha tutte le qualità del mediano moderno, bravo nel recuperare palloni ma altrettanto abile nell'inserirsi e andare a concludere verso la porta (quest'anno ha già siglato 4 reti in 24 partite).

La dirigenza del Bochum ha confermato le indiscrezioni sui primi abboccamenti nei confronti del calciatore, che piace anche a Borussia Dortmund, Bayern Monaco e Schalke 04 ed è sotto contratto fino al 2016. E il diretto interessato non ha smentito ieri, nel dopo-partita dell'amichevole vinta dalla sua Germania contro l'Ucraina: "So di piacere ad alcuni grandi società, ma al momento penso a continuare la mia crescita e a fare bene col Bochum".