Secondo il Corriere dello Sport, la Lazio ha trovato l'accordo con il Milan per il trasferimento del difensore argentino Gabriel Paletta, che ora tratta su ingaggio e durata del contratto. Paletta inizialmente ha chiesto un contratto di 3 anni a 2 milioni, l'intenzione del presidente Lotito era riconoscere un accordo valido per due stagioni, dunque sino al 2019. Paletta, col Milan, è in scadenza nel 2018. Si cerca una soluzione condivisa. 

Oggi può essere il giorno giusto: ieri i due club hanno riparlato a Montecarlo, in occasione dei sorteggi di Europa League. Si è parlato solo di Paletta, non di Keita. Era stata ventilata la riapertura della trattativa per il senegalese, non ci sono i presupposti per farlo. Il giocatore, a giugno, ha detto no al trasferimento a Milano e non ha più preso in considerazione l'opzione rossonera: il progetto non lo convince. Il Milan, tra l'altro, dopo la trasferta macedone ha fatto sapere di non essere interessato a riaprire il discorso con Keita e con il suo procuratore Calenda. In ballo, tra biancocelesti e rossoneri, resta dunque il solo Paletta. 

Il ds Tare è rientrato ieri sera a Roma, non ha mai interrotto i contatti con il difensore argentino e il suo manager, si chiama Martin Guastadisegno. Inzaghi aspetta un difensore dopo la partenza di Hoedt, ne avrà uno entro il 31 agosto, questo è sicuro. Paletta è in pole da giorni, il suo arrivo sarà annunciato appena saranno sanciti gli accordi. Non si andrà per le lunghe, la Lazio aspetta una risposta entro il weekend altrimenti virerà su altri obiettivi. 

Sul tavolo di Tare sono rimasti i nomi dei profili olandesi proposti dalla Seg, la società di procuratori che gestisce de Vrij e Hoedt. La Seg ha portato alla Lazio l’offerta di 17 milioni (15 più 2 di bonus) formulata dal Southampton. Con la Seg è in ballo il rinnovo di de Vrij e non sono da escludere altri affari. Gli olandesi hanno proposto alcuni giocatori, tra questi c’è Jordy de Wijs, 22 anni compiuti l’8 gennaio, difensore centrale del PSV Eindhoven, è un tipo alla Hoedt. De Wijs ha il contratto in scadenza nel 2019, è rientrato da un prestito semestrale all’Excelsior Rotterdam. Nei giorni scorsi è spuntato il profilo di Joost van Aken, centrale classe 1994 dell’Heerenven, è un mancino. 

Inzaghi ha chiesto un giocatore di piede sinistro. Paletta è l’usato sicuro, può giocare a destra e da mancino, ha 31 anni, conosce benissimo l’Italia, si renderebbe utile anche in Europa. I profili alla De Wijs rappresentano un investimento per il futuro, non sono una soluzione pronta per l’uso. Paletta resta in pole, se non arriverà si riapriranno le piste olandesi sponsorizzate dalla Seg.