Arrivato in estate dal Besiktas, Josè Sosa sta faticando nel trovare spazio nel Milan. A centrocampo il Milan ha scoperto Manuel Locatelli e ritrovato un Bonaventura formato azzurro, motivo per il quale è anche difficile ipotizzare dei cambi di formazione. Favio Bilardo, agente del giocatore nativo di Carcarañá fa il punto della situazione sulle diverse voci di mercato circolate negli ultimi giorni.

Bilardo, un bilancio di questi primi cinque mesi di Sosa al Milan?
"Positivo, anche se deve crescere. Bisogna capire che è arrivato al Milan dopo una trattativa estenuante. Non ha fatto il ritiro con il resto della squadra e solo adesso sta entrando in forma".

Com'è il suo rapporto con Montella?
"Buono, sente la fiducia".

E' stato proprio il tecnico a indicare il suo nome in estate?
"Da quel che so io sì, era sua precisa richiesta e del direttore Maiorino".

Due buone prestazioni contro Udinese e Sampdoria e poi è finito nelle retrovie delle gerarchie. Secondo lei perchè?
"Perchè squadra che vince non si cambia. Adesso aspetta la sua occasione per dimostrare di poter essere utile alla squadra".

Questa occasione potrebbe arrivare già domenica prossima contro il Crotone: ha sentito il ragazzo?
"Si, ma non discuto mai le scelte tecnico e tattiche dell'allenatore. E' chiaro che, essendo il suo agente, mi piacerebbe vederlo sempre in campo. Lui è contento della sua esperienza al Milan, la sua famiglia ama Milano e si trova molto bene".

Dalla Turchia arrivano indiscrezioni su un interessamento del Fenerbahce, conferma?
"Nessuno ha chiamato me e credo nemmeno il Milan. Ho sentito il direttore Maiorino due giorni fa, essendo a capo di una grande agenzia cerco sempre di avere un contatto quotidiano con lo staff dirigenziale delle squadre dei miei ragazzi, ma solo per quanto concerne il punto di vista ambientale e amministrativo e mai quello relativo alle scelte tecniche. Credo che siano solo delle speculazioni della stampa vicina al Fenerbahce, perchè acerrima rivale sportiva del Besiktas, In estate l'ex squadra di Josè Sosa ha acquistato un loro giocatore e magari non gli è andata giù ma questo è un pensiero mio. Lui è stato votato come migliore giocatore del campionato turco, è normale che sia considerato. Lui ha fatto tanto per lasciare Istanbul in estate, voleva maggiore tranquillità per le sue figlie che sono molto piccole".

Si sente di escludere una sua cessione a gennaio?
"Ad oggi si, al 100% ma fino al 31 gennaio tutto può succedere. Il calcio è business, tutto dipende dalle offerte. Se dovesse arrivare un'offerta importante sia per il giocatore che per il club allora tutto può cambiare, è normale. Credo che sia difficile, Josè è arrivato al Milan solo cinque mesi fa e il Milan lo ha pagato otto milioni".