MILAN

Donnarumma 6,5: 
Mette il punto esclamativo sulla sua gara con il colpo di reni nel finale su colpo di testa di Taider.
 
Abate 5,5: Non brillante dal punto di vista fisico, il Bologna se ne accorge e cerca di sfondare dal suo lato.  (Dal 59' Cutrone 6: Il suo ingresso cambia l'inerzia della gara. Generoso.)
 
Musacchio 5: Fa la figura del principiante su Destro nel primo tempo, una errata marcatura che porta al gol dei rossoblu.
 
Bonucci 6,5: Dalle sue parti gli ospiti trova spesso la porta sbarrata.
 
Rodríguez 6: Ordinato dal punto di vista difensivo, su precisa richiesta di Gattuso. Mancano i suoi cross, specie nella ripresa.
 
Kessie 6,5: Alterna delle azioni travolgenti ad errori di distrazione in fase di palleggio piuttosto banali. Sempre nel vivo del gioco, come accadeva l'anno scorso a Bergamo.
 
Montolivo 6,5: Straordinaria applicazione in fase difensiva, funge da schermo protettivo davanti la linea a 4. Stoppa Destro nel primo tempo, un salvataggio che vale un gol.
 
Bonaventura 8: Decide la partita con la sua seconda doppietta da quando veste il rossonero. Un gol dei suoi, il primo, con tocco da biliardo, un altro da attaccante vero. E' tornato il vero Jack, un leader in più per il Diavolo.
 
Suso 6: Entra dentro il campo e cerca spesso la conclusione ma oggi manca la precisione dei giorni migliori. Vivace e continuo, in crescita rispetto alle ultime uscite.
 
Kalinic 6: Un lavoro prezioso fatto di ricerca della profondità e sponde per i compagni. Gli manca il gol ma la sua è una prova positiva. (Dal 68' A.Silva 5,5: Anche stasera non entra in campo con il piglio di chi vuol far ricredere il suo allenatore, due palloni toccati e sbagliati)
 
Borini 6,5: Da esterno offensivo sembra avere le idee confuse, molto meglio quanto torna 'basso'. Regala un cross perfetto per lo stacco imperioso di Bonaventura per il 2-1 finale.  (Dall'82 Calabria s.v)
 
All.Gattuso 6,5: Bagna con una vittoria, meritata, il suo esordio a San Siro da allenatore. La sua squadra ci mette cuore e determinazione. Questa volta azzecca in pieno il cambio Abate-Cutrone con Borini che scala a fare il terzino.
 
 
BOLOGNA  
 
Mirante 5: E' una statua in occasione del primo gol rossonero, sbaglia molto con i piedi facendo correre dei rischi ai suoi.
 
Torosidis 5: Ha sulla coscienza il gol della vittoria del Milan, quando lasciare Bonaventura libero di colpire.
 
González 6: Tiene testa a Kalinic, bene anche in fase di impostazione.
 
Helander 5,5: Dei due centrali è quello che va più in difficoltà con la rapidità di Cutrone
 
Masina 5,5: Suso è un cliente difficile, lo spagnolo gli va via in diverse occasioni con troppa facilità.
 
Nagy 5,5:  Si limita al compitino, senza infamia e senza lode.  Ha una ghiotta occasione nel secondo tempo ma la fallisce.        (Dal 62' Taider 6: Ha la palla del pareggio ma Donnarumma gli dice di no)
 
Pulgar 6: Entra poco nel vivo del gioco, meglio quando si tratta di interdire.
 
Donsah 6,5: Motorino inesauribile, i suoi tagli mettono in difficoltà la linea difensiva del Milan.
 
Verdi 6,5: Segna il più classico dei gol dell'ex con un sinistro magico all'incrocio dei pali.
 
Destro 6,5: Fa ammattire Musacchio, suo l'assist per il gol di Verdi.
 
Palacio 6: Combina poco in fase offensiva ma è molto generoso nel tenere palla e far rifiatare i suoi. Esce con i crampi.  (Dal 72' Okwonkwo 6: Crea scompiglio nel finale)
 
All. Donadoni 6: Per 75 minuti imbriglia il Milan, poi Bonaventura rovina il suo piano.