Sinisa Mihajlovic, il sergente di ferro: questo potrebbe essere il titolo del primo giorno e mezzo al Milan del tecnico serbo. Finalmente un allenatore di polso per i colori rossoneri, che ha già dimostrato di avere nella disciplina e nel rispetto delle regole due delle proprie peculiarità: i primi allenamenti sono stati indicativi da questo punto di vista. Ieri quasi 70 minuti di corsa, tanta intensità, esercizi con il pallone che non hanno mai dato respiro ai calciatori del Diavolo. Un metodo ben diverso, rispetto a quello a cui erano abituati nell'ultimo anno. E anche un pizzico di severità, quando dopo i troppi errori nei passaggi, Sinisa ha sbottato: "Non possiamo sbagliare, non c'è  l'avversario!".

DOPPIA SEDUTA COME REGOLA - Come accaduto con la Samp a Bogliasco, Mihajlovic vuole rendere Milanello la casa dei giocatori: per questo, dopo aver lasciato la possibilità nel weekend ai calciatori di tornare nelle proprie case dopo la doppia seduta di allenamento, da lunedì non ci sarà più nessuna eccezione. Si resterà a Carnago, tutti, sempre. Già, la doppia seduta, un'altra innovazione portata da Sinisa, con allenamenti intensi sia al mattino che al pomeriggio: saranno rarissime le occasioni in cui i giocatori si fermeranno ad allenarsi solo per 3-4 ore al giorno. Ieri a guidare il gruppo c'erano due senatori, Ignazio Abate e Nigel de Jong. Alessio Cerci aveva alle costole un preparatore che lo ha seguito per quasi tutto l'allenamento: il serbo lo vuole tirato a lucido per l'inizio del campionato, qualora dovesse rimanere.

ATTENZIONE AL LOOK - Un altro particolare che non sarà trascurato è quello legato all'aspetto fisico: divisa d'ordinanza a ogni appuntamento istituzionale, look non troppo stravaganti. Addio a creste e acconciature bizzarre, basta con il protagonismo, anche nel vestiario. Su questo aspetto, Mihajlovic e Berlusconi si sono trovati subito in accordo. Il Milan deve tornare ad essere una società conosciuta soprattutto per i valori etici, come era in passato: un club nel quale non si può sgarrare troppo, se non si vuole pagare. Una delle missioni del nuovo corso rossonero sarà proprio questa: perchè da un comportamento impeccabile e da un atteggiamento corretto nascono le vittorie, e Sinisa lo sa.

ADG