Continua il casting in casa Milan per trovare un vice-Kessie. Nel centrocampo rossonero, infatti, manca un’alternativa come mezzala destra. In vista della prossima stagione, il direttore sportivo Massimiliano Mirabelli continua a sondare diverse piste. È molto avanzato il discorso per  il centrocampista sud-coreano dello Swansea Sung-Yong Ki. Secondo quanto appreso da calciomercato.com, c’è già un accordo di massima tra Mirabelli e gli agenti del classe 1989 per un triennale. Già nelle prossime settimana può arrivare la fumata bianca, ma nei piani del Milan è visto più come un’alternativa a Biglia che una vera e propria mezzala d’inserimento. Per questo continua la ricerca a un vice-Kessie.

OCCHI A UDINE - Gli occhi degli uomini mercato del Milan ieri erano su Udine, per la sfida tra i padroni di casa dell’Udinese e il Sassuolo. Nella squadra allenata da Massimo Oddo sono due su tutti i giocatori apprezzati dal Milan: Jakub Jankto e Seko Fofana. Ieri il primo ha deluso, prima sul centrodestra e poi sul centrosinistra, facendo ancora peggio. Ha perso una palla pesantissima: quella che ha generato il 2-1 del Sassuolo di Beppe Iachini. La sua stagione, dopo un inizio più che positivo, è andata in calando: 3 gol (di cui 2 al Crotone, il 4 dicembre) e 5 assist in 27 partite di Serie A. Dopo la grande stagione 2016/2017 sotto la guida di Delneri, le aspettative su Jankto erano cresciute. Aspettative che al momento sta deludendo. “Milan o Arsenal? Sono squadre papabili, Jankto è un profilo importante: abbiamo deciso con i Pozzo di non affrontare il discorso a gennaio, per permettergli di crescere e maturare. Milan e Arsenal sono squadre attente ai profili giovani, ne parleremo sicuramente”, ha detto recentemente l’agente del giocatore Beppe Riso. 

FOFANA - Sta facendo il percorso opposto rispetto a Jakub Jankto, invece, Seko Fofana. Oscurato dall’esplosione del ceco Barak e reduce da un lungo stop per infortunio a inizio stagione, Fofana si sta riprendendo la scena nelle ultime settimane. “Seko è in forma strepitosa”, ha detto Oddo prima della partita di ieri contro il Sassuolo. Il gol del momentaneo 1-1 di ieri conferma quanto detto dall’allenatore dell’Udinese: Fofana è tornato. Quella realizzata ieri è la seconda rete stagionale, la prima era arrivata contro la Sampdoria alla settima giornata, sotto la guida di Gigi Delneri. Fofana è una sorta di alter ego di Kessie, un altro giocatore giovane, di grande dinamismo e capace di regalare equilibrio a un reparto nel quale potrebbe alternarsi proprio con l'ex atalantino e con Bonaventura, garantendo a Gattuso un'opzione in più per far rifiatare di tanto in tanto due giocatori che operano in un ruolo estremamente dispendioso. Il Milan osserva, l’Udinese valuta il giocatore - sondato anche dall'Inter - tra i 20 e i 25 milioni di euro (circa la stressa valutazione di Jankto).

ALTERNATIVE - I due giocatori dell’Udinese, però, non sono gli unici seguiti dal Milan. Karim Demiraby dell'Hoffenheim è uno dei preferiti, ma il costo è al momento troppo elevato. Mousa Dembelè, protagonista con il Tottenham contro la Juventus, ha il contratto in scadenza a giugno 2019 ed è stato più volte proposto anche se l'ingaggio richiesto è impegnativo per il bilancio rossonero. Valutazioni in corso in casa Milan, dal mercato estivo può arrivare un vice-Kessie. Questi quattro i nomi al momento sul taccuino di Mirabelli, ma non è da escludere che da qui a fine stagione il direttore sportivo rossonero possa seguire altri centrocampisti. Il Milan prende nota, aspettando l’arrivo di Sung-Yong Ki, altro rinforzo per la mediana rossonera.


@AleCosattini