Gabriel Paletta è un difensore di poche parole, preferisce far parlare il campo. Ques'oggi però il difensore italo-argentino ha preso parte al programma Milan News su Milan TV, ecco quanto dichiarato: "Chapecoense? Quello che è successo colpisce molto tutti noi del mondo del calcio. Sono cose che purtroppo possono accadere. Non so bene di preciso cosa abbia causato questo incidente".

SUL DERBY: "Sono partite che tutti vogliono giocare da bambini. Abbiamo motivazione e orgoglio nel difendere i colori rossoneri quando abbiamo lo stadio pieno. Quella notte ho pensato tanto. Dovevamo stare più attenti. Murillo e un altro sono saltati da soli, però lì nella confusione c'era anche Handanovic in area. La prossima volta dobbiamo essere concentrati anche fino al 95'. Ci son scappati due punti che volevano dire tanto, non solo per l'importanza della partita ma anche per la classifica. Derby River-Boca? Ci sono differenze, lo stadio del Boca è chiuso e si sentono un po' di più i tifosi. Sono sicuramente due partite bellissime da giocare".

SUI LEADER ROSSONERI: "Il gruppo secondo me è importantissimo. Si vede anche quando il mister fa i cambi, quelli che entrano ci danno una mano. La cosa più importante è avere tutti contenti, anche quelli che non giocano. Ognuno sa quello che deve fare e quando sostituisce qualcuno che manca non si sente l'assenza".

SULLA MAGLIA DA TITOLARE: "E' stata una mia scelta perchè non avevo spazio. L'anno scorso l'allenatore aveva fatto le sue scelte e io ho deciso di andare a giocare. Quando sono tornato avevo già deciso che sarei rimasto giocandomi le mie chance, anche se non avessi fatto il titolare da subito. Ho avuto la fortuna di giocare tutte le amichevoli estive e mi hanno fiducia e ritmo-partita. Montella? Mi sto trovando benissimo. Abbiamo un'idea di gioco in cui ognuno sa cosa deve fare. Per adesso stiamo andando bene e speriamo di continuare. Il mister vuole sempre far ripartire l'azione dai due centrali".

SULL'ESPERIENZA AL LIVERPOOL: "Ero in tribuna ad Atene. Poi ad agosto sono andato in Argentina al Boca Junors e a dicembre ho perso un'altra volta contro il Milan nella finale di Coppa del Mondo per Club".

SULL'ESPULSIONE CON IL GENOA: "Mi hanno detto che dal vivo sembrava più duro il fallo. Il problema è stato non prendere il pallone, se no ci poteva stare il giallo. Higuain? Lo abbiamo annullato tutti insieme".

SUL GOL AL SASSUOLO: "Ero contentissimo, perchè poi dopo il 3-1 del Sassuolo vedevo che la squadra stava bene ed è stato importante reagire. Hanno tentato di soffocarmi nell'esultanza. Poi quella settimana ero diventato papà, è stata una settimana bellissima".

SULLA GARA CONTRO IL CROTONE: ​ "Ci stiamo allenando bene, dobbiamo abituarci a mangiare presto visto che giochiamo a ora di pranzo domenica. Pensiamo di partita in partita, un episodio può far cambiare il risultato della partita, esattamente come l'esempio che dicevamo prima del derby".