Anno nuovo, vita nuova. Questo si augura Andrè Silva dopo che il finale del 2017 gli ha riservato solo tanta panchina e delusione. L'occasione giusta per provare a riscrivere, fin da subito, la sua storia in rossonero può arrivare già domenica prossima:  Gennaro Gattuso  lo ha provato tra i titolari nella seduta odierna.

ESAME DA NON FALLIRE - Una maglia da titolare contro il Cagliari a distanza da quasi due mesi dall'ultima volta, ovvero  quel Milan-Torino 0-0 che decretò la fine del rapporto tra Montella e il Milan. Dopo aver lasciato il segno in Europa League 6 volte su 6 (pur contro avversari decisamente alla portata), dal talento portoghese i tifosi si aspettano che inizi a determinare in campionato. Al Milan i suoi gol servono per risalire la china in campionato, al ragazzo per andare con fiducia e serenità al  Mondiale con il suo Portogallo. Lui che della manifestazione potrebbe essere tra i protagonisti principali, considerando la continuità con cui riesce a trovare la via della rete quando ha al suo lato l'amico Cristiano Ronaldo.  Senza dimenticare la concorrenza interna che si sta facendo serrata e rischia di risucchiarlo: Kalinic resta uno dei 'titolari', Cutrone ha la migliore media gol.

NO AL MERCATO - Everton, Wolverhampton, Barcellona, Arsenal e infine lo Swansea. Un gruppo interessante di squadre accostate al numero 9 rossonero, pronte a cogliere l'occasione di rilanciare un giocatore di sicura prospettiva. Di diverso avviso il Milan che ha confermato con forza la sua incedibilità, convinto che Andrè Silva non sia quello visto in questa prima parte di stagione. Toccherà all'ex Porto far parlare il campo, l'unico giudice in grado di non sbagliare la valutazioni.