Gigio Donnarumma può salutare il Milan a fine stagione. Secondo quanto si legge sulla Gazzetta dello Sport, mentre l'estate scorsa il suo agente Mino Raiola spingeva per il divorzio col club rossonero e la dirigenza invece aveva deciso di puntare forte sul giovane portiere, ora le parti sono sulla stessa lunghezza d'onda e convergono - per motivazioni differenti - sull'idea di addio del giocatore in estate.

REBUS FUTURO - In caso di mancata qualificazione alla prossima edizione della Champions League, la cessione di Donnarumma potrebbe risultare inevitabile per il bilancio del Milan, che per la prossima stagione ha già bloccato Pepe Reina ed è pronto a riportare alla base Plizzari (in caso di addio dei due Donnarumma non è escluso un ulteriore acquisto). Raiola, da par suo, vede Donnarumma meritevole di una maglia da titolare in un top club di Champions League. Ed il portiere del Milan come vive la situazione? Secondo il quotidiano è "tormentato": chi gli sta vicino sostiene che la sua volontà sia quella di rimanere al Milan e, se un anno fa poteva essere tentato da proposte straniere e 'blindato' dal Milan, ora resterebbe volentieri in rossonero a fronte di una necessità opposta del club.

IL PREZZO CALA - L’estate scorsa, Raiola e il Milan ragionavano sull'inserimento nel contratto di Donnarumma di una clausola rescissoria da 70 milioni (40 in caso di mancata qualificazione alla Champions League); oggi, invece, il prezzo potrebbe essere ritoccato verso il basso per 'colpa' di Alisson, protagonista di una stagione esaltante con la maglia della Roma e nel mirino di Paris Saint-Germain e Real Madrid, cioè le stesse squadre che hanno messo nel mirino il portiere rossonero.