A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Vittorio Campanile, direttore di gol.com:
Sappiamo che Mazzarri deciderà il suo futuro a fine campionato e credo che sarà proprio la stagione a condizionare l’allenatore. Un tecnico che ha lottato per lo scudetto, dovrebbe trovare un’altra squadra di pari livello e non inferiore. Bisognerà capire se Mazzarri preferirà l’anno sabbatico per ricaricarsi o se vorrà allenatore ancora. Cavani? E’ un giocatore fortissimo, che fa la differenza. Nessuna società italiana ha il potere economico di strapparlo al Napoli. I pericoli però vengono dall’estero. Vero è che un giocatore così importante gioca per vincere per cui se il Napoli diventasse competitivo, non è detto che vada via.
Il Napoli non è solo Cavani. A mio parare, per esempio, Hamsik è più determinante del Matador. Contro la Sampdoria non è stato fortunato per cui il suo calo è quasi normale. Lunedì prossimo, però, i suoi gol saranno importanti e fossi stato in Mazzarri non lo avrei portato a Plzen”.