Si entra nel vivo di una stagione che l'allenatore del Napoli Maurizio Sarri dovrà gestire nel migliore dei modi. L’anno passato per l’Europa League ebbe la possibilità di fare un ampio turnover, stavolta non lo può fare perché gli impegni sono molto difficili al di là di un girone che sembra facile. Si torna in campo mercoledì sera al San Paolo, contro il Benfica. I campioni di Portogallo non sono superiori al Napoli, ma rappresentano la squadra più competitiva del girone. Tanti calciatori azzurri sono nuovi per la grande sfida internazionale del Napoli ma Sarri sta lavorando bene per evitare che a qualcuno tremino le gambe. Inutile dire che il campionato non è da prendere sotto gamba.

Anche perché la Champions non si può vincere ma per confermare quanto di buono fatto nello scorso torneo almeno bisogna qualificarsi di nuovo. Ecco, quindi, che servirà una gestione importante della rosa evitando di caricare troppo questo o quell’elemento. C’è voglia di entusiasmarsi tanto, ci sono dei rinforzi giovani che non sono inferiori a nessuno. Dopo la campagna acquisti della Juventus c’è quella di De Laurentiis. È mancata la ciliegina sulla torta ma se Milik continuerà a giocare e a segnare allora ci si potrà divertire ancora. Sarri, comunque, è concentrato sulla sfida col Chievo. Poi da domenica mattina penserà al Benfica.