Di nuovo insieme, dopo la disfatta di Palermo e il travolgente successo di Trebisonda. Tornano loro, Gargano e Lopez, la coppia perfetta, quella meno accreditata all’inizio del campionato. Dovevano guardare, aspettare la loro occasione e invece le gerarchie sono state completamente capovolte. Merito loro e demerito dei colleghi di reparto che continuano a vivere una stagione ben al di sotto delle aspettative. Col Sassuolo, dunque, lo spagnolo e l’uruguaiano. Il mota è diventati imprescindibile per gli azzurri, è l’unico in grado di assicurare equilibrio, di sostenere il peso offensivo di una squadra perennemente votata all’attacco. Una manna per il reparto offensivo e soprattutto per la retroguardia, meglio protetta e sostenuta da una mediana in grado di assicurare una copertura adeguata.