La prossima settimana De Laurentiis e Bigon intensificheranno i colloqui con i candidati alla panchina azzurra. In cima alla lista c’è Roberto Di Matteo: un’idea che intriga il presidente De Laurentiis già da tempo, visto che le resistenze di Mazzarri alle offerte di rinnovo sono iniziate quasi contestualmente con l’esonero di Di Matteo dal Chelsea. Giovane, vincente, di notevole esperienza internazionale e molto amato dai suoi ex giocatori: Di Matteo ha il profilo giusto per il Napoli. Bisogna soltanto capire quanto sia realmente desideroso di confrontarsi con il calcio italiano. Di Matteo sarebbe in netto vantaggio su Benitez, che vorrebbe restare in Inghilterra, anche perchè ha uno staff meno nutrito. Intanto, ieri l’ex tecnico dell’Inter si è congedato dal Chelsea mentre Marcelo Bielsa ha dichiarato: "Ad oggi non ho ricevuto proposte di rinnovo dall’Atletico Bilbao. Ho il contratto in scadenza, si vedrà". Risolto il nodo allenatore, il Napoli cercherà innanzitutto di capire se ci sono società disposte a sborsare i 63 milioni della clausola rescissoria di Cavani. Intanto, il club azzurro continua ad essere molto interessato a Simone Zaza, sul quale c’è la forte concorrenza di Milan e Juve. I rapporti con la Sampdoria, proprietaria del cartellino dell’attuale centravanti dell’Ascoli, sono ottimi.