Un patto con tutti i big per confermare il blocco di questa magica annata e puntare, nella prossima stagione, direttamente allo scudetto. Il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis sogna in grande e non vuole perdere elementi fondamentali della propria rosa in vista del prossimo anno. Per questo sta spingendo così tanto sull'acceleratore per i rinnovi di contratto di Dries Mertens e Lorenzo Insigne, ritenuti centrali e fondamentali per competere per il vertice.

INSIGNE SI - De Laurentiis sta facendo ampi passi indietro sulle sue posizioni e il segnale è dato proprio dall'uscita dalla fase di stallo nel rinnovo di contratto di Lorenzo Insigne. L'attaccante napoletano viaggia spedito verso un rinnovo di contratto fino al 30 giugno 2022 con la cessione parziale dei diritti di immagine e un contratto che si aggira intorno ai 4,5 milioni di euro. Entro fine settimana dovrebbe arrivare l'annuncio che sarà propedeutico anche per la complicata trattativa che coinvolge Dries Mertens.

MERTENS NI - La punta belga, infatti, è alle prese con una trattativa ben più complessa. Sa di essere vicino all'ultimo grande contratto della sua carriera ed è anche alle prese con problemi familiari che rendono la permanenza a Napoli un problema. De Laurentiis incontrando domenica scorsa i suoi agenti ha aperto la porta ad una permanenza a condizioni più che favorevoli e, come riportato da Il Mattino, è pronto anche a garantire alla moglie di Mertens opportunità lavorative che invoglino la coppia a rimanere a Napoli. Il problema? Resta l'inserimento di una clasuola rescissoria nel contratto che il belga vorrebbe non superiore ai 20 milioni di euro. Una cifra abbordabile da tutti i top club e, di fatto, un'uscita di sicurezza per lui nel caso le cose non andassero bene nei prossimi anni.