Poche note positive nel match di ieri contro la Lazio: tra queste Lavezzi, Yebda e Vitale, che sta avendo qualche occasione in più e la sta sfruttando. 'Abbiamo aspettato con tanta pazienza e molta fiducia questo momento - dichiara ai microfoni di Arena Azzura, su Radio Quinta Rete, l'agente del giocatore Luca Urbani -. Gigi aveva fatto intravedere qualcosa di buono già contro il Parma e ieri si è confermato. Ero all'Olimpico e devo dire che è sicuramente una nota lieta, con una buona prestazione. Vorrebbe togliersi l'etichetta di eterno giovane. E' dell'87, è nel pieno della maturazione e può essere considerato l'alternativa a Dossena. Quando è stato chiamato ha sempre risposto presente. Devo essere riconoscente, lo dico da parte di Gigi, a Mazzarri, perché vedo un Vitale più maturo. Il tecnico ha lavorato molto con lui perché non lo conosceva, non avendolo avuto lo scorso anno. Non c'è stato un incontro tra me, Gigi e il mister, è stato scelto un percorso diverso parlando con Bigon quest'estate alla vigilia del ritiro. Avevamo affrontato questo problema e pensammo che fosse più giusto far conoscere Gigi al mister. Mazzarri ha sempre dato segnali positivi, si è messo sotto con disciplina e adesso sta raccogliendo i frutti'.

'Il Napoli ha giocato otto gare in 29 giorni, è molto scarico e spremuto - spiega Urbani -. Nei primi minuti la Lazio era più in partita, ma dopo il gol il Napoli ha guadagnato campo e ha concesso poco. Il primo tempo poteva finire in pareggio, nel secondo però si è vista una squadra stanca e questo valorizza le parole del tecnico. Non c'è il tempo di recuperare a causa delle convocazioni, mi permetto di dire che è un peccato non vedere azzurri nell'Italia. Un'occhiatina a questo Napoli andrebbe data. Rinforzi? Dipende da una questione: se il Napoli vuole crescere rapidamente a gennaio occorrerebbero un paio di innesti, se lo sviluppo è graduale si può cercare qualcosina a gennaio, ma è in estate che si andranno ad individuare tre pedine. Un difensore alla Thiago Silva, giocatore dell'84 e di grande spessore, un centrocampista e un attaccante'.