C’è amarezza tra i tifosi del Napoli dopo il pari di Genova. Nel dopo partita si sprecano le imprecazioni rivolte a Damato, direttore di gara del match, reo di non aver assegnato due rigori agli azzurri. L’arbitro, ma non solo. Nel mirino anche la prestazione della compagine partenopea, non all’altezza delle precedenti esibizioni: “Oltre ai due rigori, mancano tre espulsioni per i genoani (diretta per Ocampos e per doppia ammonizione per Rincon ed Orban, più volte graziati). Orrori inverosimili; manca persino una punizione dal limite all’ultimo. Il primo rigore era di competenza della coppia Damato-Manganiello; il secondo, di Damato-Valeri- Preti. Che vengano sospesi tutti subito e a lungo!”.

Da Gerardo Borriello a Paolo Serafini: “A parte i rigori, stasera il Genoa aveva più birra di noi”. Giorgio Barbato: “Sarri oramai fa sempre gli stessi cambi, prevedibile come gli struffoli a Natale”. Angelo D’Agnese: “Non mi venite più a dire che stiamo senza portiere”. Alfio Viscardi: “Partita indecifrabile. É vero che l’arbitro è stato scandaloso ma il migliore del Napoli è stato Reina. Si è rifatto con gli interessi dell’errore col Bologna”. Giacomo Gioiello: “Ma se in una partita così ostica, Insigne si mangia quei gol, come vuoi sperare di vincere? Contro il Bologna sbaglia a porta vuota, stasera non riesce a tirare. Boh! E poi fa pure l’offeso”. Domenico Razzano: “La squadra degli arbitri ha cominciato a fare il suo dovere”.