L'ex allenatore di Inter, Udinese e Siena Corrado Orrico si espone a Fiorentinanews.com in merito ad alcuni argomenti legati alla Fiorentina e al prossimo impegno di campionato contro il Milan: 'Sono molto curioso di vedere due allenatori giovani a confronto, due tecnici che hanno gusto del gioco. Sarà una bella partita, Milan e Fiorentina sono squadre che hanno un atteggiamento spesso contraddittorio: è difficile prevedere il risultato della gara. Salta agli occhi osservando la Fiorentina che non c’è quasi mai la stessa formazione, troppi cambi di gara in gara. La squadra non ha una sua identità, vive sugli spunti individuali di questo o quello, e dimostra limiti difensivi paurosi. Sembra un cantiere aperto: si passa da formazioni di un tipo, ad altre opposte, si scelgono uomini che poi vengono fatti sparire per mesi. Sono tanti quelli fuori ruolo…mi sembra che Sousa tutt’ora dopo un anno e mezzo non abbia trovato una strada su cui lavorare. Sono affascinato dalle conferenze del portoghese, usa linguaggio che riesce a far passare qualcosa che in campo in realtà non c’è. Se un addetto ai lavori guarda vede tante contraddizioni nella squadra viola. Sousa e Montella sono senza alcun dubbio accomunati dall’estetica, la ricerca del bel gioco, elemento evidente in Sousa, così come in Montella. Entrambi però devono ancora crescere tanto, sotto tanti aspetti'.