PALERMO-CATANIA 3-1

Sirigu 6 - Due interventi decisivi, da brividi un rinvio che rischia di diventare un incubo. A volte perde la trebisonda.
Cassani 6 - In avanti si vede poco, compensa con l'accortezza dietro. Da applausi un salvataggio alla disperata su Martinho che stava per segnare lo 0-1.
Munoz 6,5 - L'anticipo è il suo pane, gli manca il companatico che arriverà con l'esperienza. Nuovo Samuel? Non è un'eresia.
Bovo 5,5 - Maxi Lopez gli scappa spesso e il Catania tira molto in porta. Qualcosa vorrà pur dire.
Balzaretti 6,5 - Gomez lo uccella in area, Izco gli scappa e timbra la traversa sul 2-1. Ma ha il merito di sfornare l'assist per l'1-0 e di spedire in area qualche dolcetto.

Migliaccio 6 - Quando il gioco si fa duro, Giulio è una primadonna. Sentinella con la forza di un toro.
Bacinovic 6,5 - O bara sull'età o è nato per fare il regista. Perde un paio di palloni rischiosi ma solo perché non vuole mai sprecare nulla. Gli va perdonato.
Nocerino 6 - Non si risparmia, correndo avanti e indietro fino alla fine. Ma in fase di appoggio è troppo impreciso.

Ilicic 7 - Bentornato lungagnone. Generoso in difesa, brillante in avanti. Gli manca solo il gol. (Kasami sv).
Pastore 8 - Ci manca poco perché il Dio del calcio gli lustri gli scarpini. Disintegra un Catania trasfigurato con un ginocchio malandato. Fatto per fare la storia. (Goian sv).
Miccoli 6,5 - Non è al meglio ma classe e piglio da leader hanno sopperito. Ha il merito di mandare Pastore in porta per il 2-1. (Maccarone 6 - Comincia come suo solito sbagliando l'impossibile, poi firma l'assist per il 3-1.)

Rossi 7 - La pretattica di sabato è stucchevole, la tattica di ieri pure. Ma per il Catania. I giovani crescono grazie alla sua guida.